Nabil bar Ostia centro: dolce pausa caffè!

nabil bar ostia cornettoOgni volta che posso mi reco al Nabil bar di Ostia centro per concedermi una dolce pausa colazione con caffè e cornetto semplice o integrale, che anche in tarda mattinata riesco con mia felicità sempre a trovare, mentre in altri bar spesso capita di non trovarli perché o li hanno già finiti o ne fanno sempre un po’ contati….
Mai in vita mia ho mangiato dei cornetti così soffici, cotti alla perfezione, con interno ben alveolato, non eccessivamente dolci e dove il sapore del burro ben si fonde con gli altri ingredienti. Ripeto, cornetto semplice, vuoto, o integrale, sembrano semplici si, ma rappresentano per me la perfezione di un dolce riuscito, perché se un pasticcere fa bene un prodotto base, che può poi essere arricchito con mille creme o confetture, tutti i suoi derivati saranno sicuramente ottimi ed io che preferisco le cose semplici… mi sono innamorata di questi cornetti del Nabil! Per non parlare della miscela del loro caffè, intensa e squisita!

Inoltre nel loro bancone sono sempre esposti mille mila tipi di dolci e dolcetti di ogni tipo, come mignon originali, rose del deserto, torte, crostate, ciambelloni oltre che tramezzini salati bellissimi con pane colorato dagli ingredienti interni. I prezzi generali poi sono ottimi, per dire caffè e cornetto = 1,60 €. 😉

Il personale si conferma di una cortesia e accoglienza unica. Gentili, discreti, educati e simpatici riescono a farti vivere la tua pausa caffè in modo rilassato e spensierato.

Anche se piccolino questo bar è davvero un punto sicuro per la qualità e pulizia che offre, e anzi, proprio perché sembra un bijoux io non lo cambierei mai, è carinissimo e accogliente così come è! 😀

Nabil cafè


Nabil bar- via Armando Armuzzi 3, Ostia Lido (Roma)

Annunci

Fatamorgana gelateria, forse un po’ troppo magica?

gelateria fatamorgana romaOk ok ok sono un’amante spassionata e allo stesso tempo appassionata del gelato, lo avrete capito e proprio per questo non mi lascio sfuggire tutte le gelaterie ritenute le miglior di Roma.
Dunque eccomi qua a scrivere anche di questa famosa catena di gelaterie, di origine pugliese, ma impiantata a Roma fin dalla sua nascita, che nel corso degli anni è arrivata ad avere sei sedi nella capitale. Nota soprattutto per i tantissimi gusti gluten-free, per la sperimentazione degli accostamenti e per l’assenza di addensanti, conservanti, coloranti, paste e preparati base nei propri prodotti.

Nel corso del tempo sono stata più volte nella sede Fatamorgana di via Lago di Lesina e un paio in quella dietro via del Corso, ma devo ammettere che…a me il loro gelato non colpisce.
I gusti non esaltano per sapidità e corposità, non percepisco l’amalgama del gusto, il suo equilibrio, ma solo un accostamento di ingredienti senza ratio, a volte anche troppo spinto. Forse solo le diverse proposte di varianti al cioccolato la rendono un po’ più attraente.
Inoltre le due location sono poco invitanti perché rimangono un po’ fredde ed asettiche dal punto di vista del design e arredamento, soprattutto questa vicino il bel parco Nemorense.

Nonostante i molti gusti siano originali ed innovativi, ogni volta mi hanno lasciata con una certa insoddisfazione. Talmente ricercati e magici che quasi spariscono sul mio palato? :-/
Il prezzo poi non è neanche basso….quindi che dire? Mi spiace, ma io ci rinuncio!

Fatamorgana – via Lago di Lesina 9, Roma

La Piazzetta “de Trastevere”: due fuochi per un ottimo menù!

A Trastevere, nel cuore di Roma, spunta La Piazzetta, un grazioso ristorante, pizzeria, braceria a conduzione familiare che sa come deliziare il palato degli avventori.
Ma andiamo con calma all’inizio…

Sabato scorso, San Valentino si, l’unico progetto che io e il mio partner avevamo fatto era quello di gironzolare per lo storico e caratteristico quartiere di Trastevere con la luce del sole per ammirane le sue bellezze e peculiarità.
Avevamo prenotato per cenare poi in un ristorante romantico? Avevamo prenotato almeno un mese prima?? Avevo faticato a trovare un locale adatto e libero? No no e no, nulla di tutto questo. Il nostro San Valentino era ed è un giorno come tutti gli altri. Pieno di rosso, calore e affetto sempre.
Quindi abbasso il consumismo e viva la realtà delle relazioni! 🙂

E fu così che dopo una bella passeggiata per vicoli e ponti sul Tevere che iniziò a farsi sentire un certo languorino (Ambrogio?? No…hem…) e decidemmo, lì per lì, di cercare un posto per cena.
Ci trovavamo vicino all’altisonante via Cardinale Merry Del Val e vedendo all’angolo questo grande ristorante pizzeria, che comunque da molto tempo avevo già adocchiato eh!, abbiamo provato a chiedere un tavolo per due libero. “Si, c’è solo un pochino da aspettare…”, ma dopo 5 minuti un tavolo si liberò e noi potemmo entrare. Benissimo! 🙂
carne alla brace TrastevereVarcata la saletta d’ingresso, utilissima per trascorrere l’attesa al riparo dal freddo, ti trovi letteralmente tra due fuochi! Da una parte quello del grande camino, che con la sua brace emana odori invitanti, e sul lato opposto quello del forno a legna, dove il pizzaiolo è intento ad impastare ed infornare belle pizze.
Proseguendo, il locale è formato da una lunga sala rettangolare e una parte sovra elevata di qualche gradino che si divide in altre tre piccole zone un po’ più intime. L’arredamento è sui toni caldi, con pareti giallo arancio, quadri con schizzi rossi, travi di legno chiaro sul soffitto a vista e sedie verdi e rosse che rendono l’atmosfera calda, accogliente e spensierata. Qualche cuore pendente era stato allestito per la serata di San Valentino senza però esagerare, bene! L’ambiente nel suo complesso risulta quindi molto curato e pulito.

Seduti al nostro tavolo sfogliamo il ricco menù con molte proposte invitanti, dalla carne e pesce alla brace, alle pizze sottili romane o alte napoletane, ai fritti artigianali, ai piatti più tipici da ristorante romano…per non parlare poi dell’intera pagina dedicata ai dolci fatti in casa!
Ok ok ok, dobbiamo decidere…, io prendo un supplì fatto in casa, un filetto alla brace con cottura media e per contorno una cicoria all’agro. Il mio lui delle mozzarelline fritte, una pizza romana margherita con mozzarella di bufala e un profiterole con cioccolato caldo e panna.
pizzeria Trastevere

Non credo alle mie papille gustative…tutto è ottimo! Dal supplì condito benissimo, con riso cotto alle perfezione e con una panatura e frittura da applauso, al filetto che fino all’ultimo morso è tenero e succulento, alla pizza del mio partner fatta con ingredienti di qualità e con cottura perfetta. Mozzarelline e cicoria buoni nella norma, so che la cicoria è fuori stagione… .
La Piazzetta ristorante braceria Trastevere  La Piazzetta pizzeria Trastevere
E per concludere il profiterole fatto in casa! Davvero sorprendente! Si sente che è veramente fatto in casa, fresco, genuino, con panna preparata artigianalmente, dolce ma non in modo esagerato, bignè leggeri, crema pasticcera delicata e con quel cioccolato caldo sopra che contrastando la freschezza degli altri ingredienti ha creato un vero e proprio momento di estasi. Applauso!ristorante Trastevere La PiazzettaCome detto in precedenza era San Valentino ed i tempi di attesa sono stati un po’ lunghi e si è verificato qualche piccolo intoppo, ma dato il pienone della serata alla fine non ci è andata per nulla male!
Il personale di sala è giovane cortese e simpatico, il proprietario gentile ed accogliente.
Ora che l’ho provato posso finalmente dire che…..voglio ritornare presto da La Piazzetta “de Trastevere” per provare altre loro specialità, magari anche di pesce, visto che molti clienti lo prendevano ed aveva un aspetto invitante, come gli abbondanti primi piatti di pasta. 😉

La Piazzetta – via Cardinale Merry Del Val 16, Roma

Mercato Testaccio, modernità e tradizione nell’aria

    testaccio mercato   mercato moderno testaccio
Dopo che ha aperto nel luglio 2012, dopo un trasferimento e restyling, solo oggi per caso ho avuto modo di visitare velocemente questo bel mercato del quartiere Testaccio.
Il nuovo Mercato Testaccio è raccolto in una grande struttura moderna, pulita, coperta, con soffitti a vetrate che lo rendono molto luminoso e invitante. I tanti corridoi sono occupati da box di ogni tipo, come quelli di frutta e verdura, carni, pesci, pani e prodotti da forno, banchi di street food salato e dolce, caffetterie, box di abbigliamento, scarpe, casalinghi, alimentari e torrefazione, fiori e piante, prodotti artigianali, biologici e un banco tutto gluten-free!
mercato testaccio moderno  mercato testaccio roma
mercato testaccio forno  mercatio rionale testaccio  mercato testaccio pasta
Leggendo velocemente alcuni prezzi esposti sui banchi ho notato che sono un po’ più altini rispetto alla media di altri mercati rionali, sicuramente dovuti alla zona centrale e alla location costosa.

Al centro della struttura una graziosa piazzetta accoglie tavoli e sedie del bar centrale dove è possibile sostare piacevolmente, bevendo un ottimo caffè Illy che ho provato, mentre un’artista di strada si esibiva con il suo hula hoop a suon di musica.
mercato testaccioSpero di tornarci presto con più calma per comprare anche qualcosa, oltre un caffè :P, perché molti box sono davvero interessanti!
Una cosa mi è dispiaciuta: molti box sono con le saracinesche abbassate, forse di attività mai aperte o già fallite visti gli alti prezzi.

P.S.: Mi hanno detto che sono aperti dal lunedì al sabato dalle 6:00 alle 15:00! 😉

Mercato Testaccio – via Galvani 106, Roma

Antico Traiano: carne e pinsa ad Ostia

Come ripromesso dopo l’ultima visita all’Antico Traiano, ristorante pinseria braceria di Ostia, questo locale poteva riconquistare il mio bene placido iniziale se in un’altra occasione avesse dimostrato le stesse qualità positive delle mie prime impressioni…ed è così che…
domenica scorsa a cena io e il mio lui ci siamo tornati per concederci un bel hamburger di manzo da 280gr, che si è confermato gustosissimo, tenero, succulento, preparato con carne di qualità (che proviene da allevamenti nazionali di prima scelta a filiera corta) e cotto alla perfezione. Noi lo abbiamo preso in due diversi tipi di panini e condimenti proposti dal menù.

Entrambi i panini sono stati presentati su due bei taglieri di legno con delle patate fritte di accompagnamento, che ahimè, rimangono ancora un po’ deludenti come le prime volte…, una salsa rosa e un grande coltello che da l’opportunità di mangiarlo al piatto e non a morsi…come però io ho rigorosamente fatto! 😀
hamburger ostia antico traiano pinseriaIo avevo optato per il panino “Nerone” servito dentro un morbido e saporito pane pita, hambuger, crema di cheddar, cipolle marinate e salsa chilli (richiesta in dose inferiore, visto che il menù riportava “piccantissima”): GO DU RIO SO!
Il mio lui ha preso un panino da sfida! Il “Maia” con pane casereccio a due strati, hamburger, salsa guacamole, formaggio fuso e sfilacci di maiale affumicato: SBEM! A sua detta davvero molto buono!
hamburger ostia doppio strato antico traianohamburger ostia ristorante antico traiano
Abbiamo accompagnato la nostra cena con dell’acqua e una birra media rossa. L’acqua in bottiglia ormai ovunque sta salendo ad un prezzo superiore i 2 € e non riesco proprio a capirne il perché, ed infatti qua era a 2,20 € la bottiglia grande, mentre la birra media ad un più accettabile prezzo di 4 €, anche se non ricordo la marca.
I due paninoni onestissimi a 10 €, nella media di altre hamburgeserie di qualità,
mentre il caffè con un altro prezzo un po’ troppo alto: 1,70 € ….

Ecco dunque che solo per alcuni prezzi spropositati e per quelle patate fritte, belle da vedere ma di scarsa qualità al gusto, che l’Antico Traiano ancora deve fare un po’ di stradina per convincermi al 100%.

Il personale è stato invece gentile e attento. 😉

Antico Traiano – via Lucio Coilio 28, Ostia lido (RM)

Hard Rock Cafe Roma: il tempio del Rock!

Bello questo Hard Rock Cafe romano sito nel cuore elegante della capitale. La location è grande quanto basta, non dispersiva, composta da una grande sala principale, dalla quale si possono ammirare reperti di storia musicale appesi alle pareti, una sala un po’ più piccola, spesso adibita ad eventi anche’essa ricoperta di musica e uno shop dove acquistare vari prodotti del marchio, come magliette, felpe, cappelli e gadget.
L’intero locale è arredato con mobili in legno noce massiccio, illuminato con luci basse e ravvivato da tanta musica rock a volume medio-alto, proprio nello stile dei più veri pub inglesi e soprattutto del primo Hard Rock Cafe del 1971 aperto a Londra dai soci fondatori, con il simpatico nome di Don’t Let Your Meatloaf Restaurant Co..
hard rock cafe bjork coat hard rock cafe acdc guitar
Stiamo parlando però di una catena di grande pregio con oltre 140 sedi nel mondo, considerata nel suo totale uno dei più grandi musei musicali della storia, dove nella location di via Veneto l’eleganza, la raffinatezza, la pulizia generale e la cura del cliente non mancano certamente.
hard rock cafe barIo ci sono stata di recente per una festa privata e ne sono rimasta piacevolmente colpita. Prima di allora non ero mai stata in un Hard Rock Cafe perché credevo: “sarà un locale per finti amanti del rock, solo per fighetti” e invece…mi si è rivelato un mondo! Durante la serata ho avuto modo di assaggiare vari prodotti tipici del locale e tutto è risultato preparato ottimamente, presentato in modo invitante e con gusto impeccabile.
Una nota di merito va soprattutto alla tenerezza del pollo fritto, alla cottura perfetta e il gusto favoloso degli hamburger di manzo dentro dell’ottimo pane soffice e alla delizia dei brownie al cioccolato!
hard rock cafe fried chickenhard rock cafe brownie

Lo staff durante la serata si è dimostrato molto gentile, disponibile e simpatico. I prezzi dei piatti sono poco più alti della media delle hamburgeserie DI QUALITA’ della capitale, ma in via Veneto è la norma.

Lo consiglio dunque vivamente a chiunque ami la musica Rock, il cibo in english e American style (sia tradizionale sia originale) di alta qualità, le location importanti e uno staff preparato, gentile e premuroso.

Hard Rock Cafe – via Vittorio Veneto 62 A, Roma

Krapfen al mare? Si ad Ostia nel Bar Paglia

Krapfen ostia bar pagliaSabato pomeriggio passeggiando con il mio ragazzo per il lungo mare di Ostia, improvvisamente si alza un venticello freddo e siamo presi da una particolare voglia di calore e dolcezze che approdiamo al bar Paglia (nella zona centrale pedonale) per assaggiare i famosi krapfen del luogo.

E’ sorprendente trovare una lunga fila di persone fin fuori il locale che attende educatamente il proprio turno, al freddo, solo per gustarsi un caldo e soffice dolce appena “sfornato”.
Anche noi allora ci accodiamo e mentre aspettiamo indago sui gusti dei krapfen: semplice, marmellata, cioccolato o crema. Dall’aspetto non sembrano così invitanti, nulla a che fare con le classiche bombe all’italiana paffute, ma la fama del bar e la fila mi incoraggiano a continuare l’attesa… Anche l’interno del bar risulta molto semplice, senza tavoli o sgabelli, un classico bar direi degli anni Ottanta.

Si avvicina il nostro turno e da dietro il bancone spunta un uomo che rovescia tre vassoi di krapfen appena cotti sopra quelli precedentemente adagiati sull’espositore e con immensa gioia ne ordino uno alla marmellata bello caldo, uno al cioccolato per il mio lui e uno semplice per assaggiarlo così com’è, nudo e crudo! (Prezzo di ogni krapfen buono: 1 euro l’uno).
Krapfen dolci OstiaEsito: profumo di buono, morbido, frittura leggera, impasto soffice e gustoso ti donano attimi di gioia e goduria per il palato! La marmellata del ripieno abbondante e buona. Buonissimo anche il krapfen semplice, vuoto, che ti permette di apprezzare ancor più l’impasto e la cottura ottima.

Se piacciono anche a voi i piccoli dolci da mangiare subito appena fatti, caldi, soffici e non vi intimorisce il fatto che siano fritti (ma vi assicuro di una frittura leggerissima!), vi consiglio di provare questi krapfen tipici della Germania o dell’ Austria…che molto mi hanno ricordato Vienna, dove li assaggiai la prima volta! 😉

Bar Paglia – Piazza Anco Marzio 18, Ostia Lido (RM)